Tasse da pagare? Assolutamente no c’è il baratto, ecco dove succede!

Scopriamo insieme dove possiamo non pagare le tasse con i soldi ma con il baratto quindi facendo dei lavori.

La notizia è di quelle che lascia senza parole perchè nessuno di noi ha voglia di pagare le tasse ma ovviamente deve essere fatto, ecco però arrivare, dopo tanto tempo dalla proposta la possibilità di pagare le tasse, solamente alcune però, con il baratto.

Tasse da pagare? Assolutamente no c'è il baratto, ecco dove succede!
Tasse da pagare? Assolutamente no c’è il baratto, ecco dove succede!

In che senso? Facendo dei lavori socialmente utili per il comune! Idea geniale direste voi, vogliamo farlo subito anche io! Ma purtroppo al momento è realtà solamente in alcuni comuni della nostra bella penisola, scopriamo insieme tutte le informazioni del caso.

Tasse da pagare? Assolutamente no c’è il baratto, ecco dove succede!

L’incredibile notizia l’abbiamo appresa dalle pagine di greenme, e propone, per quanto riguarda la TARI ed altre tasse comunali, a Grosseto, la possibilità di pagarle tramite baratto, incredibile non credete! Ma in che modo? Svolgendo lavori socialmente utili per tutta la cittadina.

Questo è il principio fondamentale per il baratto amministrativo che molto presto potrebbe diventare realtà proprio in Toscana e come abbiamo detto nella cittadina di Grosseto, è un‘iniziativa che va in aiuto delle persone con meno possibilità di pagare le tasse ma che in questo modo risolverebbero il problema.

Negli anni precedenti, la proposta era stata avanzata varie volte ma senza successo, il tutto è promosso da GAC- Grosseto al Centro ed è sostenuta da ben 1500 firme, la proposta la prima volta è nata nel 205, poi promossa nel 206, nel 2018, nel 2019 e nel 2021.

Tasse da pagare? Assolutamente no c'è il baratto, ecco dove succede!
Tasse da pagare? Assolutamente no c’è il baratto, ecco dove succede!

Se finalmente la proposta viene applicata i cittadini che hanno qualche problema nel pagare queste tasse potrebbero pulire le strade, imbiancare le aule delle scuole, oppure piccoli lavori di manutenzione di cui la cittadina ha bisogno, ovviamente bisogna avere un valore ISEE basso, oppure avere in famiglia la presenza di persone disabili o genitori soli con un minore a carico.

L’associazione aveva esaminato anche i regolamenti di una ventina di Comuni dove il baratto è già una realtà come nel Comune di Massarosa in provincia di Lucca che è stato il primo ad adottare questa misura in aiuto delle persone più deboli.

Al momento per il comune di Grosseto la proposta è in Consiglio e si spera che presto possa diventare una realtà ed aiutare le famiglie che hanno bisogno e si trovano già ad avere problemi con l’aumento della vita ed il caro bollette.