Pasta: quando si aggiunge veramente il sale? Non ti potrai più sbagliare

Sai che non tutti conoscono quando mettere il sale nell’acqua? Ecco quando è il momento perfetto per farlo.

Chi non ha mai cucinato un piatto di pasta alzi la mano. È semplice direte voi: basta mettere l’acqua sul fuoco, salarla e buttare la pasta. Quando è cotta, la scolate e la condite con il sugo, ragù, con il pesto, insomma come più vi piace. In realtà non è proprio così semplice.

salare acqua di cottura
Ecco quando si dovrebbe salare l’acqua di cottura della pasta – Topday.it

Sbagliare un passaggio che sopra vi abbiamo elencato è molto facile: gli chef sono molto puntigliosi e stanno molto attenti anche loro. Quello di cui vi stiamo parlare è il momento in cui salate l’acqua: in molti, infatti, non sanno quando mettere il sale nell’acqua e questo potrebbe dipendere anche la bontà della pasta. Potrebbe, per questo motivo, essere o troppo saporito o troppo insipido. In questo articolo, vi parleremo proprio del momento giusto in cui è meglio salare la pasta.

E voi quanto lo fate, prima o dopo aver buttato la pasta? Rispondete a questa domanda prima di continuare a leggere: scommettiamo che molti di voi sbagliano a farlo?

Salare la pasta: quando è il momento ideale?

Le regole per una buona uscita della pasta è quella del non salare mai la pasta dopo averla già messa in acqua. Questo perché l’aggiunta della pasta, ossia di un corpo freddo, all’acqua bollente causa un abbassamento della temperatura e la cessazione dell’ebollizione. Quindi anche secondo la tradizione, il momento migliore per salare l’acqua è prima di buttare la pasta.

sale nell'acqua
Non tutti sanno quando è il momento giusto per salarla – Todpay.it

Insomma, quando l’acqua comincia a bollire. Ma siamo sicuri che è proprio così? In effetti no. Infatti, oggi quello che abbiamo scoperto è che questo è solo un falso mito.

Infatti, il punto di ebollizione dell’acqua salata è solo poco più alto, ovvero solo per una somma di un grado. Non è necessario salare la pasta quando inizia a bollire. Dovete tener presente solo che non lo dovete fare quando la pasta è già in acqua.

Questo perché se lo fate dopo la cottura si salerà solo la superficie della pasta e non l’interno, dal momento che il sale non può penetrare nella pasta una volta cotta. Mentre se lo fate prima che la buttate in acqua, la pasta si gonfia e il sale può penetrare attraverso la superficie. Solo facendo in questo modo, il sale, appunto, si diffonde uniformemente nella pasta, riuscendo a dare un sapore perfetto a ogni boccone.

Ora che sapete il motivo, scommettiamo che non farete più l’errore di salare la pasta dopo averla buttata?

Impostazioni privacy