In ospedale nessuno si accorge che il paziente è morto da tempo. Lo scopre la figlia per caso

Sembra una barzelletta, invece è una realtà tristissima: in un ospedale nessuno si era accorto che un paziente fosse morto. A scoprirlo è stata la figlia.

La protagonista di questa assurda vicenda è la signora Lucia Cataldo la quale ha appreso della morte del padre Cristoforo nel peggiore dei modi.

Trova il padre morto in ospedale
I medici non si erano accorti che il paziente fosse morto (immagine di repertorio) Topday

Lucia era andata al presidio Villamarina di Piombino – in provincia di Livorno – per fare un po’ di compagnia al padre di 88 anni che era ricoverato lì. A detta della donna, però, l’uomo non era in pericolo di vita. Una volta entrata nella stanza, la drammatica scoperta: il padre non stava dormendo, era morto. Lucia ha raccontato: “L’ho trovato morto nel suo letto dell’ospedale, ma i medici mi avevano detto che non era in pericolo di vita. Quando sono entrata in quella stanza con altri degenti, sembrava dormisse. Poi mi sono avvicinata ed era freddo, troppo freddo. Ho compreso che era morto“. Tra l’altro non si sa nemmeno da quanto l’anziano fosse morto. E sicuramente sarebbevrimasto lì ancora per diverse ore se la figlia, quel giorno, non fosse andata a trovarlo. Da capire anche di cosa sia morto il povero signor Cristoforo visto che i dottori avevano assicurato ai familiari che non era in pericolo di vita.

La risposta dei medici

Trova il padre morto in ospedale
Il dramma degli ospedali senza medici/Topday

L’Asl Toscana Nord Ovest ora ha deciso di aprire un’indagine interna al fine di ricostruire con esattezza quanto accaduto all’anziano, le cause del decesso e accertare eventuali problematiche. La Asl ha assicurato che il reparto di Medicina dell’ospedale di Piombino non soffre di carenza di medici come altri nosocomi lungo lo Stivale. È stato spiegato infatti che il nosocomio livornese ha personale sanitario a sufficienza per garantire una copertura adeguata di tutti i turni e non risultano quindi carenze tali da giustificare una mancata sorveglianza dei pazienti ricoverati. Non ci si spiega allora come sia stato possibile che nessuno si sia accorto che l’anziano era morto. Tra l’altro, se, come spiegato dalla figlia del defunto, il corpo dell’uomo era già freddo, doveva essere morto già da un po’. Pertanto nessuno passava da un pezzo in quella camera.

Fonte: Repubblica, Today