Marco si arrende e si spegne il primo giorno dall’anno

Marco Imperato era precipitato con il suo elicottero in Piemonte; dopo settimane di sofferenza in ospedale, è deceduto ieri.

L’elicotterista aveva 45 anni e aveva avuto un incidente lo scorso 23 Novembre: si trovava in Piemonte, a Biella, quando è precipitato sulle montagne. Al momento dell’incidente era stato ricoverato d’urgenza al Cto di Torino.

Muore pilota
Marco Imperato/ Topday

Purtroppo non è riuscito a sopravvivere alla terribile caduta, che gli è costata un ricovero nel reparto di Rianimazione presso il Cto di Torino. Dopo 39 giorni di lotta, le sue condizioni di salute sono improvvisamente peggiorate ed il 45enne è morto nella tarda serata di ieri, 1 Gennaio 2023.

Una notizia tragica per la famiglia di Marco Imperato, che era originario di Ravello, un paese sulla Costiera Amalfitana, in provincia di Salerno. Adesso la comunità piange la sua scomparsa insieme alla famiglia, alla moglie -originaria di Positano- e al piccolo figlio di 12 anni.

L’uomo aveva una grande esperienza come elicotterista, pilotava elicotteri da circa 20 anni e spesso si recava in costiera con il suo mezzo, per rivedere i luoghi in cui era cresciuto. Aveva seguito la sua formazione all’Aero Club di Lugo di Romagna e addirittura a Riverside, negli Stati Uniti.

Messaggi di cordoglio sul web

Lui e la moglie si erano poi trasferiti a Morgex, in Valle d’Aosta; Imperato non aveva fatto della sua passione anche il suo lavoro, completamente diverso: lavorava, infatti, in una compagnia di Biella che si occupa di trasporto di materiali.

Incidente elicottero Marco Imperato
Aveva avuto un incidente in elicottero il 23 Novembre 2022 (topday.it)

Alla notizia della sua morte, sui social sono arrivati tantissimi messaggi di cordoglio da amici e conoscenti, che si sono stretti alla famiglia dell’elicotterista in questi momenti bui. La società Helipad Amalfi Coast gli ha dedicato un post su Facebook:

Vogliamo ricordarti così sempre sorridente, come un guerriero“, hanno scritto, “La tua foto con i bagagli e stata l’ultima volta che sei venuto in elicottero a Scala, hai spezzato il cuore a tutti amico nostro. L’Helipad Amalfi Coast è vicino alla famiglia Imperato, non doveva andare così. R.I.P. IN PACE GUERRIERO”.

E ancora un suo amico ha scritto: “Le notizie che mai vorresti ricevere. Marco l’amico di tutti, sempre disponibile, sempre con il sorriso hai lasciato in tutti noi un vuoto che non si può spiegare. Ogni volta che venivi a Scala era una festa per te perché sapevi che dopo al ritorno dovevi sorvolare la casa dei tuoi genitori a Ravello. Ciao Marco Imperato riposa in pace”.