Le bollette dell’acqua sono il nuovo allarme: salgono alle stelle, risparmia subito così

Oggi si parla tanto dell’aumento delle bollette della luce e del gas e questo non deve sorprendere perché proprio ad ottobre sono aumentate del 60%.

Ma purtroppo anche sulle bollette dell’acqua sono previsti degli aumenti fortissimi e quindi fin da adesso è importante risparmiare.

Pixabay

La guerra in Ucraina e la chiusura del gas da parte di Putin hanno fatto salire tantissimo le bollette dell’energia e del gas.

Stangata anche sulla bolletta dell’acqua

Ma è importante sottolineare come sia anche la speculazione internazionale a tenere altissimi costi di queste materie prime energetiche.

Pixabay

Proprio per questo le famiglie stanno avendo una grandissima difficoltà sia a pagare le bollette della luce, del gas e sia anche a fare la spesa al supermercato. Ma adesso associazione per la tutela dei consumatori lanciano l’allarme perché è proprio sulle bollette dell’acqua che adesso arriva la nuova stangata. L’acqua diventa sempre più cara anche perché gli acquedotti devono far scontare ai clienti rincari energetici. Infatti muovere l’acqua consuma tanto dal punto di vista elettrico e quindi le stangate sono inevitabili. Innanzitutto per risparmiare acqua è importante tenere in buone efficienza il l’impianto idrico della casa.

Ecco come risparmiare sull’acqua: trucchi utili alle famiglie

Ma poi c’è tanta acqua che gettiamo via e invece potremmo utilizzare per annaffiare le piante. Per esempio l’acqua della vasca da bagno può essere utilizzata per innaffiare le piante. Ma è quando ci si lava i denti che si spreca veramente tantissima acqua. Non bisogna tenere il rubinetto aperto per tutto il tempo del lavaggio dei denti, ma bisogna aprirlo e chiuderlo. Ma è veramente fondamentale fare la doccia invece di farsi il bagno. Infatti fare la doccia può consentire di risparmiare veramente tanta acqua specialmente se si è veloci.

Gli elementi di un forte risparmio sull’acqua

Ma oggi ci sono anche dei rubinetti e dei soffioni doccia a portata di ridotta che permettono di erogare una minore quantità di acqua e permettono quindi di risparmiare. Ma anche l’acqua che usiamo per cuocere la pasta o il riso al posto di gettarla via la possiamo raccogliere in appositi secchi e usarla poi per innaffiare le piante del giardino. Si tratta di piccoli accorgimenti che però devono entrare nella routine degli italiani perché purtroppo anche le bollette dell’acqua sono in aumento e quindi bisogna abituarsi a risparmiare fin da ora.