La fuga dai Carabinieri finisce in tragedia: muoiono tre ragazzi

Tragedia nell’Alessandrino. Tre giovani hanno perso la vita nella notte tra sabato 10 e domenica 11 dicembre. 

Erano in sette a bordo della stessa auto che si è schiantata contro un passaggio a livello: tre ragazzi sono morti e quattro sono rimasti feriti.

Incidente Alessandria muoiono tre ragazzi
L’auto dei ragazzi ( foto web) Topday

Il sinistro mortale si è verificato  sulla provinciale 244 all’altezza di Cantalupo, in provincia di Alessandria. Le vittime avevano 23, 21 e 15 anni. L’auto non si era fermata all’alt dei Carabinieri qualche chilometro prima. Il conducente è stato arrestato per omicidio stradale aggravato. Le vittime dell’incidente mortale di questa notte sono tre giovani alessandrini: Lorenzo Pantuosco, 23 anni, Lorenzo Vancheri, 21 anni, e Denise Maspi, 15 anni.  Altri due sono stati  ricoverati in codice rosso al nosocomio di Novi Ligure e sono in condizioni molto gravi mentre altri due amici si trovano in codice giallo nell’ospedale di  Alessandria. In base alle prime ricostruzioni pare che l’auto, con sette persone a bordo, si sia schiantata fuori strada all’altezza del passaggio tra la località di Cabanette e il sobborgo alessandrino. L’auto dei ragazzi era stata notata poco  prima dai Carabinieri al quartiere Cristo mentre procedeva zigzagando. I militari a quel punto avrebbero intimato “l’alt” ma il conducente non si era fermato. A quel punto è scattato l’ inseguimento che si è  interrotto nella zona della scuola di Polizia, quando il veicolo occupato dai sette ragazzi aveva fatto perdere le proprie tracce. Poi a Cantalupo, qualche chilometro più in là, lo schianto mortale. Si ipotizza che sia stato causato  da nebbia, asfalto bagnato e alta velocità. L’auto, una Peugeot 207, è andata completamente distrutta finendo la sua corsa nel cortile di una casa.

Arrestato il conducente 

Incidente Alessandria
Tre morti e quattro feriti (foto web) Topday

Il conducente, un giovane di 22 anni, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale aggravato: sono in corso accertamenti sulle sue condizioni psicofisiche per capire se avesse bevuto o assunto sostanze stupefacenti. Al momento si trova agli arresti domiciliari in ospedale. La zona dell’incidente è quella del passaggio a livello. Rfi, infatti, in una breve nota informa che sulla linea Alessandria-San Giuseppe di Cairo il traffico è sospeso tra il capoluogo di provincia piemontese e Acqui Terme per il danneggiamento dell’impianto provocato dal veicolo; riprogrammata l’offerta ferroviaria e attivato servizio sostitutivo con bus. Sul posto tecnici Rfi. Sul posto anche il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri, oltre ai mezzi delle pompe funebri. Solo pochi giorni fa, in provincia di Perugia, un altro sinistro si era portato via quattro amici.

Fonte: Ansa, Today

Impostazioni privacy