Bonus benzina da 80 euro a chi spetta e come spenderlo

È previsto un nuovo bonus che riguarda il carburante: ecco a chi spetta e soprattutto di che cifra stiamo parlando.

Il Governo della Premier Giorgia Meloni ha promesso e vuole mantenere la proposta di andare incontro economicamente a tutte quelle famiglie che si trovano in difficoltà: sono in molti che non riescono ad arrivare a fine mese. Quelli che stiamo affrontando noi sono degli anni molto duri e difficili che hanno portato ad un aumento dei prezzi, praticamente in tutti i settori.

bonus benzina a chi spetta
Ecco tutto quello che c’è da sapere riguardo questo bonus benzina – Topday.it

In questo articolo, infatti, trattiamo proprio questo argomento: in questi giorni è uscito un nuovo bonus che riguarda il carburante, che potrebbe aiutare moltissime famiglie. Non tutti però ne possono usufruire ed inoltre, esistono diverse, ma molte precise modalità che devono essere rispettate se si desidera averlo. Si tratta di un voucher, che è stato approvato il 25 settembre 2023: tra non molto usciranno, in ogni caso, tutti i dettagli definiti per poterlo prendere.

Ma adesso andiamo a vedere chi lo potrà richiedere e soprattutto quanti soldi sono previsti a famiglia.

Bonus carburante: ecco a chi spetta

Non tutti possono richiedere questo bonus: infatti spetta solo a chi ha un ISEE inferiore a 15.000 euro. Per ottenerlo, inoltre, devono essere rispettati alcuni requisiti: ad esempio, il nucleo familiare deve essere composto da almeno tre persone; all’interno del nucleo famigliare deve esserci un figlio che sia nato entro il 31 dicembre del 2005 oppure entro il 31 dicembre del 2009.

bonus benzina cifra che viene erogata
Si tratta di circa 80 euro e spetta solo alle famiglie che hanno l’ISEE inferiore ai 15 mila euro – Topday.it

Sono queste le famiglie alle quali il Governo di Giorgia Meloni sta pensando e sono proprio queste quelle che usufruiscono della social card. Possono, quindi, ricevere questo bonus senza dover presentare domanda. Si tratta in ogni caso di 80 euro che verranno accreditati in automatico.

Dalle prime anticipazioni si sa che questo bonus serve sia per rifornire i mezzi privati di carburante, ma non solo: infatti, potrebbe essere utilizzato anche in diversi altri modi, come ad esempio per fare un abbonamento per i mezzi di mezzi di trasporto pubblici locali oppure anche per fare la spesa al supermercato.

La decisione sembra essere stata presa soprattutto per aiutare moltissime famiglie che non sono però riuscite ad usufruire del bonus trasporti, ma soprattutto per aiutarli a fronteggiare alla spesa quotidiana che si fa, dato che il costo di alcuni alimenti è diventato sempre più alto negli ultimi anni.

Quello che dovrai fare, quindi, è vedere se fai parte di questo gruppo di famiglie che possono richiedere questo bonus. Ovviamente per saperne di più dovresti chiedere ad un Caf.

Impostazioni privacy