Ristorante: arriva la multa se non rispetti la prenotazione | La novità che fa tremare tutti

Potrebbe essere un problema per i ritardatari. Ecco la nuova multa che arriva se non rispetti la prenotazione al ristorante

A causa della crisi economica globale, il settore della ristorazione è stato pesantemente colpito. La crescita dei costi è dovuta principalmente all’aumento del prezzo delle materie prime, dell’energia e del carburante, che vedono cifre sempre più incrementate. Una situazione che presuppone un costo dell’attività ancora maggiore per molti ristoratori e imprenditori.

(Multa al ristorante per chi non rispetta la prenotazione-Foto: Ansa)
(Multa al ristorante per chi non rispetta la prenotazione-Foto: Ansa)

Proprio per questo, si pensa ad alcune modalità sempre più innovative per aumentare le entrate ed evitare di avere un bilancio costantemente in perdita. Ecco perché, da alcuni mesi a questa parte, da parte di alcuni locali di Roma è arrivata una multa per chi non rispetta la prenotazione al ristorante. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste questa trovata.

Multa se non rispetti la prenotazione al ristorante

Non presentarsi in un ristorante dopo aver prenotato non è considerato affatto un reato, ma non si può nemmeno negare che questa scelta rappresenti un vero e proprio danno economico al locale che si vede prenotato un tavolo per poi dover sparecchiare all’ultimo. Per ovviare a questo problema, alcuni ristoratori hanno deciso di organizzarsi per diminuire il fenomeno del non rispetto della prenotazione. Chi prenota un tavolo e non rispetta l’impegno non viola nessuna legge; tuttavia, molti ristoratori non la pensano in egual modo e quindi arriva una nuova multa a chi non rispetta la prenotazione al ristorante. Coloro che prenotano e danno buca, senza avvertire nei tempi consoni il ristoratore, potrebbe vedersi la propria “caparra” trattenuta.

Sono stati i ristoratori, infatti, ad inserire in maniera autonoma questa sorta di caparra. Negli ultimi mesi, infatti, sempre più locali hanno iniziato ad inserire una caparra richiesta al cliente nel momento in cui questo decide di prenotare. Dunque, chi non rispetta “l’impegno” preso con il locale potrebbe addirittura ricevere una multa per non aver comunicato in tempo la disdetta, vedendosi trattenuta la propria caparra versata per bloccare il tavolo.

Ecco a quanto ammonta la multa se non rispetti la prenotazione al ristorante

Sono i ristoranti di Roma (nella maggior parte dei casi) ad aver attuato per primi la cosiddetta “multa per il no-show”. Si tratta di un’opzione sempre più utilizzata da molti locali i quali hanno deciso di tutelarsi maggiormente contro le disdette dell’ultimo minuto o il mancato arrivo nel locale dei clienti. Secondo La Repubblica, le trattenute da parte del ristorante possono andare dai 10 ai 250€, a seconda del locale e della natura della prenotazione. Alcune attività fanno pagare una caparra che verrà poi scontata al momento del conto, mentre altre preferiscono una prenotazione attraverso una carta di credito.

(Multa al ristorante -Foto: Ansa)
(Multa al ristorante -Foto: Ansa)

A balzare al primo posto per la caparra più salata in assoluto è il locale “La pergola”, di Roma. Si tratta di un ristorante a tre stelle Michelin che richiede fino a 250€ a persona in caso di disdette all’ultimo momento. A seguire vi è Glass Hostaria, anche in questo caso un ristorante stellato, che chiede una caparra di circa 75€ a persona in caso di cancellazione non entro le 48 ore dalla prenotazione.

Impostazioni privacy