Prurito alla schiena? Come risolvere e perché capita

Hai un prurito alla schiena che non vuole passare? Forse non lo sai, ma potrebbe anche nascondere qualcosa di più pericoloso.

Il prurito alla schiena è qualcosa di molto fastidioso e molto spesso siamo costretti a chiedere aiuto a qualcun altro dal momento che potremmo non arrivare al punto che tanto ci dà fastidio. Alcune volte, dipende da motivi banali, come ad esempio l’eccessiva sudorazione, l’estrema secchezza della cute o anche solo la puntura di un insetto.

prurito schiena cause
Quali sono le cause per il prurito alla schiena? – Topday.it

Questo oltre ad essere un sintomo tipico di problematiche della pelle, può essere, il prurito potrebbe anche nascondere la presenza di malattie sistemiche più severe, oltre che a causare un significativo fastidio. Questo, infatti, potrebbe anche indurre a grattarsi sempre di più, fino a far insorgere anche complicanze come possono essere escoriazioni o infezioni secondarie.

Le cause possono essere tante ed anche molto differenti tra di loro. Tra le principali si hanno quelle dermatologiche e quelle che invece non lo sono. Tra queste rientrano ad esempio il diabete, malattie epatiche o anche renali; potrebbe anche essere dovuto a stress. Ma non solo anche le donne incinte potrebbe avere anche un prurito molto fastidioso, in questo caso, dovuto al fatto di essere incinta.

Prurito alla schiena: le cause e come eliminarlo

Le cause come abbiamo detto sono tante e tutte diverse. Il prurito alla schiena potrebbe essere causato dalla pelle secca, conosciuto anche come xerosi. Questa condizione può derivare dagli scarsi livelli di umidità, come anche l’utilizzo del riscaldamento centralizzato. Per cercare di superare questo disagio si può applicare in ogni caso delle creme idratanti alla vitamina A e vitamina E.

prurito schiena escoriazioni
Il prurito alla schiena potrebbe anche farti venire delle escoriazioni sulla pelle – Topday.iy

Non tutti sanno che il prurito può essere causato anche a causa di alcune allergie. Molti elementi allergeni si trovano nei cibi o nelle bevande, che possono causare reazioni diverse, come ad esempio arrossamenti, crampi, nausea, eruzioni cutanee e ovviamente prurito. La prima cosa da fare è eliminare dalla vostra dieta i cibi che più vi danno fastidio. Anzi dovresti anche fare alcuni test per scoprire quali sono gli alimenti che possono darti allergia.

Il prurito potrebbe essere associato ad anomalie psicologiche: questo porterebbe la persona a grattarsi fino a rovinarsi anche la cute del corpo. Molto probabilmente chi ha questo prurito potrebbe avere un carattere di tipo ansioso o anche maniacale. Ma potrebbe averlo anche chi abusa di farmaci.

Di norma, in ogni caso, il prurito potrebbe non essere nulla di preoccupante, ma in ogni caso, se questo stato dura nel tempo vi consigliamo di consultare un medico che ti aiuta a capire meglio da cosa potrebbe dipendere.

Impostazioni privacy