Non c’è niente da fare per Lorenzo: travolto in bici, muore a 28 anni

Tragedia a Pordenone, in Friuli Venezia Giulia. Un giovane di 28 anni è morto dopo essere stato travolto da un’auto.

La vittima si chiamava Lorenzo D’Alonzo e aveva solo 28 anni. Arrivato in ospedale in condizioni già disperate, il giovane si è spento poco dopo.

Travolto in bicicletta
La vittima è stata travolta mentre era in bicicletta/ Topday

Il sinistro fatale si è verificato in viale Grigoletti, una delle vie principali di Pordenone. Lorenzo è stato investito da una vettura mentre si trovava in sella alla sua bicicletta. L’impatto è stato così violento da fargli fare un volo di diversi metri e provocargli ferite mortali.
Ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Pordenone, il giovane di 28 anni è morto poco dopo il suo arrivo. I medici del nosocomio giuliano hanno tentato il tutto e per tutto ma il ragazzo si è spento. Lorenzo D’Alonzo, purtroppo, è l’ennesima vittima delle nostre strade. Strade, troppo spesso, poco sicure e male illuminate e, soprattutto, dove la visibilità non è sempre adeguata. E a farne le spese, ogni giorno, sono anche tanti giovani e giovanissimi. A volte, addirittura, bambini.

Le dinamiche dell’incidente

Travolto in bicicletta
Lorenzo D’Alonzo (Credits: Lorenzo D’Alonzo Facebook) Topday

In base alle prime ricostruzioni delle Forze dell’Ordine, Lorenzo D’Alonzo è stato sbalzato per molti metri dopo essere stato travolto dalla vettura guidata da un uomo di 35 anni. È stato proprio quest’ultimo a chiamare i soccorsi. Il giovane è stato trasportato in codice rosso con la massima urgenza in ospedale ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. I medici nonostante tutti gli sforzi non sono riusciti a salvargli la vita. Il 35enne alla guida della vettura è stato sottoposto agli esami del caso, ed è risultato negativo all’alcoltest. La Procura di Pordenone ha aperto un fascicolo per omicidio stradale, indagando l’automobilista: si tratta di un atto dovuto per consentire l’eventuale nomina di un perito all’autopsia, che sarà disposta nelle prossime ore. Si pensava fosse stato un incidente anche quello che ha ridotto in fin di vita un bambino di 6 anni a Ventimiglia, in provincia di Imperia. Il piccolo è arrivato in ospedale con la milza fortemente compromessa e otto vertebre rotte. Si pensava che il bambino fosse stato travolto da un’auto pirata. La verità emersa nelle ultime ore è, invece, ben più atroce.

 

Fonte: Fanpage, Today