Trovato morto nell’ospedale in cui era ricoverato: nessuno sa cosa sia accaduto a Leonardo

È giallo sulla morte improvvisa di Leonardo Riberti. Nessuno sa cosa sia accaduto al 21enne che era ricoverato a Bologna.

Leonardo Riberti è precipitato da una delle finestre dell’ospedale Maggiore di Bologna dopo aver subito un intervento. Ma secondo la famiglia troppi elementi non tornano.

Precipita dalla finestra dell'ospedale
Leonardo Riberti (Credits: Leonardo Riberti Facebook) Topday

Il 21enne, originario di Ferrara, si era ricoverato volontariamente per curare le allucinazioni da cui era perseguitato da tempo a causa dell’uso di cannabis. Ad accompagnarlo in ospedale era stato il padre, Davide Riberti. Dopo qualche giorno l’intervento e poi la terribile chiamata alla famiglia: “Suo figlio si è suicidato“. Era il 21 giugno 2022 e da allora Davide lotta per scoprire la verità. L’uomo non crede che il figlio si sia tolto la vita. Tuttavia nemmeno il medico legale riesce a capire come sia morto Leonardo Riberti. Secondo le ricostruzioni del professionista potrebbe essersi trattato tanto di suicidio quanto di un tragico incidente: non ci sono elementi oggettivi che possano far propendere per una pista piuttosto che per l’altra. Il padre ha dichiarato: “Mio figlio non avrebbe mai potuto nemmeno immaginare di compiere un simile atto… Leonardo era in cura e custodia dell’ospedale ed è stato abbandonato a se stesso”.

Quello strano farmaco somministrato a Leonardo

Precipita dalla finestra dell'ospedale
Leonardo è precipitato da una finestra dell’ospedale Maggiore di Bologna/Topday

Non solo. Davide Riberti ha sottolineato che il medico legale ha posto l’accento anche su altri due importantissimi elementi. In primis Leonardo si trovava ricoverato per uno scompenso psicotico e, poco prima della tragedia, gli era stata somministrata a scopo anestetico, Ketamina, un importante allucinogeno. In seconda battuta, il 21enne era stato ricoverato volontariamente, nessuno lo aveva costretto. Il padre della vittima non crede affatto all’ipotesi del suicidio. A suo dire Leonardo sarebbe saltato del terrazzo per raggiungere le scale antincendio e fuggire ma è finita in tragedia. “Sabato mattina ho consegnato mio figlio a un reparto di psichiatria. Doveva essere curato, protetto. È morto. Leonardo era diplomato, non aveva mai commesso reati, mai tentato il suicidio… Sono state omesse responsabilità gravissime”– ha concluso Davide. Poche settimane fa un altro ragazzo molto giovane, Riccardo Faggin, è stato trovato morto in circostanze sospette e si pensa si sia trattato di suicidio.

 

Fonte: Fanpage, Resto del Carlino