ISEE 2023 cosa rischio se non dichiaro tutto | Leggi molto bene

Vediamo insieme che cosa può succedere se non dichiariamo completamente tutto quando andiamo a presentare il modello ISEE.

Può succedere per una dimenticanza che non comunichiamo perfettamente tutto quello che è in nostro possesso quando andiamo al caf per richiedere il nuovo modello ISEE aggiornato con i dati del nuovo anno, dato che tutti hanno come scadenza il 31 dicembre.

ISEE 2023 cosa rischio se non dichiaro tutto | Leggi molto bene
ISEE 2023 cosa rischio se non dichiaro tutto | Leggi molto bene – Topday

Cerchiamo quindi di capire che cosa può succedere se effettuiamo questo errore non volendo, ovviamente, e cosa possiamo fare.

ISEE 2023 cosa rischio se non dichiaro tutto | Leggi molto bene

Lo sappiamo bene, quando finisce un anno ovviamente termina la validità di moltissime dichiarazioni, ecco perchè bisogna sbrigarsi nel mese di gennaio per effettuare quella nuova, ma è assolutamente importante dichiarare tutto, il motivo è molto semplice, potremmo andare incontro a grossi rischi.

La legge, anche se facciamo un piccolo errore in buona fede, lo vede comunque come una dichiarazione falsa e ci sono, ovviamente delle sanzioni previste. L’INPS in caso di informazioni errate manda indietro la richiesta con tutte le annotazioni possibili, anche perchè vengono messe a confronto con l’Agenzia delle Entrate.

Ovviamente, in questo caso possiamo modificare la nostra dichiarazione se c’è stato un piccolo errore, dimostrando in caso, che il conto corrente era chiuso, se il problema era su un riferimento bancario, bisogna sempre certificare il motivo che vi viene contestato.

Come sappiamo bene la Dichiarazione sostitutiva unica ci serve per avere l’ISEE dove vengono indicati tutti i dati della nostra famiglia e con il quale possiamo accedere a dei bonus che ci possono aiutare in questo momento particolare che tutti stiamo vivendo.

Ogni persona, ovviamente, poi si assume tutte le responsabilità per quanto riguarda le autodichiarazioni per redditi, patrimonio mobiliare, immobiliare e dati anagrafici, la parte, invece che prende per spunto le prestazioni assistenziali, è di competenza dell’Inps o dell’Agenzia delle entrate, quindi se firmiamo qualcosa con omissioni o discrepanze si assume la responsabilità anche delle sanzioni.

Ma come viene calcolata la sanzione? In base all’agevolazione che si è ottenuta ma moltiplicandola per tre, ecco quindi che per un ISEE 2023 più basso si possono rischiare sanzioni da un minimo di 5164 euro a 25.882, oltre ad aver dichiarato volontariamente il falso a un pubblico ufficiale che è un vero reato.

ISEE 2023 cosa rischio se non dichiaro tutto | Leggi molto bene
Ecco a cosa possiamo andare incontro- Topday

Stando all’articolo 483 del Codice penale di rischia anche la reclusione fino a 2 anni, ma è stata poi sostituita, proprio con riferimento anche alle dichiarazioni ISEE con l’articolo 495 del Codice Penale con la reclusione fino a 6 anni se fanno riferimento a identità, stato o qualità.

Ecco perchè è assolutamente consigliato compilare l’autodichiarazione in modo molto attento e scrupoloso evitando errori, magari rileggiamolo anche per sicurezza. Ricordiamo poi che la Guardia di Finanza effettua controlli a campione per quanto riguarda l’ISEE.

Continuate a seguirci per essere sempre informati su tutto quello che succede attorno a noi e su cosa possiamo fare per vivere in modo tranquillo e sereno, e se avete qualsiasi dubbio chiedete sempre prima al vostro commercialista oppure al Caf che vi sapranno dare tutte le informazioni del caso.