Bari: il sinistro mortale si porta via Elisa, Sara e Michele

Ennesimo sinistro mortale che si porta via tre giovani vite. Un quarto sta, invece, lottando in ospedale ma le condizioni sono gravissime.

Non c’è stato niente da fare per Michele, Sara ed Elisa. Il ragazzo è morto sul colpo mentre le due amiche sono spirate poche ore dopo in ospedale. Tre famiglie sono state distrutte.

Incidente Bari muoiono tre giovani
L’auto su cui viaggiavano le vittime (foto web) Topday

La tragedia è avvenuta  sulla statale 96 a Modugno, alle porte di Bari. Le tre vittime viaggiavano insieme a due coetanei su una Mini Cooper che si è scontrata contro un bus. Dopo  l’impatto, l’auto su cui viaggiavano i cinque amici ha urtato lo spartitraffico ed è rimbalzata contro il muro sul lato destro della carreggiata. Michele Traetta – 21enne di Toritto –  è morto sul colpo mentre le due ragazze: Sara Grimaldi ed Elisa Buonsante, una di 25 e una di 19 anni – sono decedute al Policlinico di Bari dove erano arrivate già in condizioni disperate. Alla guida della vettura vi era un 29enne.  Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, i Vigili del fuoco e i Carabinieri che, su ordine della procura di Bari, stanno indagando. I pubblici ministeri hanno aperto un fascicolo, a carico di ignoti, per omicidio colposo.

Le dinamiche dell’incidente mortale

Incidente Bari muoiono tre giovani
Michele Traetta, una delle tre vittime (foto web) Topday

Stando alle prime ricostruzioni l’automobile su cui viaggiavano i ragazzi stava procedendo in direzione Altamura. Le tre vittime erano tutte sul sedile dei passeggeri, sul sedile posteriore della Mini  Cooper del loro amico di 29 anni che non ha riportato ferite gravi ed è stato già dimesso dal nosocomio. Oltre ai tre giovani morti, ve ne è un quarto che sta lottando tra la vita e la morte ricoverato in gravissime condizioni. È rimasto fortunatamente illeso il conducente del bus, un uomo di 65 anni. Purtroppo ogni giorno – e ogni notte – le strade del nostro paese mietono vittime e spesso a morire sono ragazzi giovanissimi, come in questo caso. Solo pochissimi giorni fa in provincia di Alessandia sono morti altre tre ragazzi che avevano rispettivamente, 23, 21 e 15 anni. I tre srano a bordo di un’auto guidata da un loro amico che non si era fermato all’alt dei Carabinieri. A quel punto è scattato un inseguimento che  culminato con la tragedia

 

 

Fonte: Messaggero, Fatto Quotidiano

Impostazioni privacy