Il funerale, poi la notizia: aveva solo perso il cellulare. Clamoroso errore a Milano

I parenti avevano già organizzato il funerale, ma il loro caro era ancora vivo e si trovava in ospedale, aveva semplicemente perso il cellulare.

La storia ha del grottesco: tutto era già pronto per il funerale di Fulvio Oscar Fuso, un 64enne salentino di Sannicola (in provincia di Lecce). Si trovava in cura all’ospedale Fatebenefratelli quando ai familiari è giunta la spiacevole notizia.

Errore medici ospedale
I parenti dell’uomo si sono rivolti alla Questura (topday.it)

La famiglia è stata colpita dal dolore della perdita quando, tramite Pec, la Questura di Milano li aveva informati che il 64enne era morto; così avevano anche preso contatto con un’agenzia di pompe funebri per la cremazione della salma e l’allestimento della camera ardente.

Si trattava, però, di un clamoroso errore: Fulvio Oscar Fuso è ancora vivo e quando quella Pec è stata inviata si trovava ancora ricoverato al Fatebenefratelli, per curare una malattia che lo aveva colpito già da tempo. Purtroppo l’uomo non rispondeva al cellulare da giorni, per questo i parenti si sono attivati per cercare di avere sue notizie.

A quel punto hanno anche contattato la Questura, che ha comunicato la triste notizia. Nell’email si chiedeva anche se nel territorio di competenza fossero residenti parenti del defunto, per recarsi in ospedale e procedere al riconoscimento della salma.

Dopo le verifiche del caso si è scoperto che, fortunatamente per lui, il 64enne è vivo e aveva soltanto smarrito il suo cellulare. Il sindaco di Sannicola, Cosimo Piccione, ha espresso la sua confusione: “Non è dato sapere come mai possa essersi verificato un così grave errore”.

Ospedale o Polizia? Chi ha commesso l’errore

Ha gettato nello sconforto un’intera famiglia, la quale aveva già persino provveduto a contattare le pompe funebri per l’allestimento della camera ardente”. Il sindaco si è occupato personalmente del caso, per aiutare i concittadini in preda ad uno smarrimento generale.

Errore medici ospedale
Il clamoroso incidente è avvenuto all’ospedale Fatebenefratelli di Milano (topday.it)

Secondo quanto ricostruito dal primo cittadino, i familiari hanno ricevuto la Pec il 4 Gennaio, data alla quale erano già trascorsi svariati giorni in cui provavano a contattare il cellulare del 64enne, senza ottenere risposta. Soltanto il 9 Gennaio l’errore è stato rettificato, sempre tramite Pec.

Secondo Piccione, ospedale e Polizia hanno puntato il dito l’uno contro l’altro per indicare chi avesse la colpa dell’errore, ricaduta poi sulla Questura di Milano. “È una storia grottesca che che non doveva accadere”, ha infine concluso il sindaco di Sannicola.

“Perché qui si parla della vita di un uomo e delle conseguenze di una notizia così drammatica, ma non vera, che ha scosso una intera famiglia”.