Doppio bonus per pagare l’affitto di casa: forte gioia delle famiglie, chiedili

Oggi tutto aumenta continuamente di prezzo e anche pagare l’affitto di casa può diventare complicato.

Come sappiamo le bollette sono aumentate in modo tremendo ma in realtà sono tutte le spese delle famiglie ad essere cresciute tantissimo.

ANSA

Anche se si parla sempre delle bollette in realtà anche fare la spesa al supermercato sta diventando molto difficile per le famiglie e anche pagare l’affitto di casa diventa sempre più complesso.

I nuovi aiuti sull’affitto

Proprio per questo le famiglie richiedono bonus sempre più forti per riuscire ad andare avanti e fortunatamente questi aiuti ci sono.

Pixabay

Il primo dei due bonus messo in campo proprio per l’affitto e per riservato a tutte quelle famiglie che abbiano l’ISEE entro i €20.000, quindi il sostegno economico per l’affitto può arrivare fino a €1.500 e coprire fino a quattro mensilità. Questo bonus è stato messo in campo dalla regione Lombardia, ma come vedremo bonus simili ci sono un po’ in tutta Italia. Per avere questo bonus sull’affitto bisogna mandare una PEC entro il 21 novembre del 2022 con tutta la documentazione richiesta. Ma anche il comune di Padova eroga i contributi proprio per chi non riesce a pagare l’affitto.

I vari aiuti disponibili in tante parti d’Italia

In generale sono tanti comuni e tante regioni a stare mettendo in campo gli aiuti per pagare l’affitto e vediamo come funzionano. In generale questi bonus sono concessi proprio entro un determinato tetto ISEE. Quindi le famiglie che hanno la necessità di pagare mensilmente l’affitto e che rientrano entro un ISEE stabilito dal comune o dalla regione possono effettivamente richiedere questo aiuto. Ovviamente ogni regione e ogni comune stabiliscono un ISEE differente, quindi la famiglia per capire come fare a beneficiare di questo bonus deve sempre fare riferimento al bando pubblicato online dal comune o dalla regione di appartenenza.

Come chiedere questi bonus e come funzionano in base all’ISEE o al reddito

Si tratta di un meccanismo sostanzialmente simile a quello dei cosiddetti buoni spesa. In sostanza anche per i buoni spesa il riferimento è quasi sempre all’isee ma è sempre un riferimento locale e quindi bisogna sempre fare attenzione a quello che i propri enti locali mettono a disposizione. Comunque sia questi bonus non si applicano quasi mai alle case di pregio e alle case popolari che sono quasi sempre sistematicamente escluse da questo genere di aiuti sull’affitto.