Bonus da 500 euro | Ecco a chi spetta veramente

Bonus da 500 euro, ecco a chi spetta veramente: arrivano nuovi dettagli, sembra si sia fatta chiarezza in merito.

Già da qualche anno, sono attivi diversi Bonus (istituti dai precedenti esecutivi guidati da Conte e Draghi, ma alcuni anche confermati dal governo Meloni) pronti ad aiutare o premiare i cittadini in determinate circostanze. I più noti sono forse i Bonus sociali per il pagamento delle bollette, ma ne esistono diversi altri per svariate situazioni; ad esempio, il nuovo esecutivo ha confermato il Bonus psicologo.

bonus 500 euro
I nuovi dettagli su questo bonus da 500 euro: spetta anche a loro – TopDay

In particolare però, c’è un particolare Bonus legato a questa categoria di lavoratori, dall’ammontare di 500 euro, intorno al quale in questi ultimi tempi sono ruotati spesso dei dubbi; proprio sul bonus in questione sono ora arrivati nuovi dettagli, che sembrano chiarire le cose.

Arrivano nuovi dettagli su un bonus

Intorno a tanti bonus elargiti dai vari governi ci sono stati spesso dei dubbi, in particolar modo legati sia alla platea di beneficiari sia a come richiederli. Già solamente con gli ultimi bonus una tantum da 200 e 150 euro abbiamo visto come non a tutti siano arrivati con gli stessi tempi e richiesti attraverso le stesse modalità; ad esempio, autonomi, lavoratori stagionali e via dicendo hanno dovuto fare la richiesta, mentre ai dipendenti e ai pensionati (o titolari di Reddito di Cittadinanza) è stato assegnato in automatico. Molti dubbi ci sono ormai da tempo anche intorno alla Carta docente, un particolare bonus di 500 euro dedicato esclusivamente agli insegnanti. Ma quali requisiti bisogna avere per richiederlo? In merito, pare sia stata fatta ora maggiore chiarezza.

Carta docenti, a quanto pare spetta anche a loro

Stando a quanto riportato da money.it, una nuova sentenza del tribunale di Firenze avrebbe riconosciuto la Carta docente anche a due insegnanti precari, ovvero firmatari di un contratto a tempo determinato. Così come quello di Firenze, anche molti altri tribunali (come riporta la fonte) hanno assegnato questo Bonus a docenti non di ruolo, che esercitano però questa professione; a quanto pare quindi anche i precari hanno diritto ad usufruire di questa somma, elargita dal governo per acquistare materiale didattico (come ad esempio un computer, oppure vari libri), recarsi ad eventi culturali oppure aggiornarsi iscrivendosi a dei corsi di formazione.

bonus 500 euro
A quanto pare la Carta docente spetta anche ai docenti precari: la buona notizia per loro – TopDay

A quanto pare, oltre alla nuova assegnazione, a questi docenti precari verranno restituiti anche gli arretrati. Prossimamente, comunque, la misura potrebbe anche essere cancellata, ma al momento sembra che gli insegnanti con contratto determinato possano sfruttare questi 500 euro per migliorare il loro servizio o la loro formazione. Come riporta il sito, le sentenze hanno evidenziato un atteggiamento di discriminazione nei confronti dei docenti precari, allineando dunque la decisione dell’assegnazione anche a quanto dichiarato dalla Corte di giustizia europea, dopo il ricorso da parte dell’Associazione nazionale insegnanti formatori (Anief). Sembra quindi essere stata fatta chiarezza in merito e che anche i docenti precari possano essere destinatari della Carta docente.