Benzina e Diesel: arriva la notizia che nessuno voleva sentire | Si parla ancora di aumenti

Non ci sono buone nuove per quanto riguarda Benzina e Diesel. Arriva la notizia sugli aumenti che nessuno voleva sentire

Il momento difficile a livello economico per il nostro Paese (e non solo) sembra non poter finire mai. Da molti mesi ormai, gli automobilisti devono andare in contro a pesanti rincari del carburante che hanno fatto arrivare i prezzi a livelli mai visti prima. Se per molti il problema poteva essere “addolcito” prendendo sempre meno l’automobile e lo scooter, per i lavoratori su strada si è rivelato un vero e proprio flagello.

(Arrivano gli aumenti per benzina e diesel) Topday
(Arrivano gli aumenti per benzina e diesel) Topday

Quando aumentano i costi del carburante, infatti, crescono anche i prezzi dei prodotti che vengono venduti al supermercato, in quanto il trasporto del materiale costa sempre di più. Ma per il futuro prossimo non sembrano esserci buone nuove. Per quanto riguarda benzina e diesel, infatti, arriva la notizia sugli aumenti che nessuno voleva sentire.

Arrivano gli aumenti per benzina e diesel. Ecco che cosa succede

Purtroppo, i cittadini italiani dovranno cercare di stringere ancora i denti e sopportare una situazione di per sé già molto complicata. Nelle scorse ore, infatti, è arrivata la notizia riguardo gli aumenti di benzina e diesel. A breve, infatti cambieranno molti scenari che vedranno protagonisti i distributori di carburante. Da marzo, infatti, un litro di benzina o diesel aveva un costo minore di 30.5 centesimi, ma solo grazie alla sospensione delle accise da parte del governo Draghi. Il precedente esecutivo, infatti, aveva voluto attuare un taglio delle imposte per cercare di bilanciare l’aumento dei carburanti, arrivati sopra i 2€ al litro.

Ma a partire dal 1° dicembre 2022 ci sarà una costante riduzione di questi tagli, con conseguenti aumenti del prezzo di benzina e diesel. È questa la cattiva notizia che aleggia tra gli automobilisti italiani a seguito del Consiglio dei ministri e la conseguente approvazione del nuovo decreto-legge. Lo sconto delle accise sul prezzo della benzina e del diesel, dunque, salirà di 15 centesimi al litro, ovvero 18,3 con l’aggiunta dell’Iva, mentre per il gpl si passa da 8,5 centesimi di sconto a 5,1.

(Arrivano gli aumenti per benzina e diesel) Topday
(Arrivano gli aumenti per benzina e diesel) Topday

Dunque, uno sconto minore da parte dello Stato comporterà inevitabilmente un aumento dei costi del carburante e dei trasporti. Dunque, dal prossimo mese, il prezzo della benzina potrebbe arrivare a 1.9€ al litro, mentre quello del diesel addirittura superiore a 2€ al litro. Ovviamente le cifre potrebbero cambiare di giorno in giorno, ma tutto fa pensare che gli importi del carburante saranno certamente questi.

Ovviamente non mancano le critiche rispetto alla scelta fatta dal governo Meloni di togliere le accise sul carburante e far quindi aumentare i prezzi alla pompa. Dunque, ci attendono aumenti che colpiranno sia coloro che prendono l’automobile e lo scooter per spostarsi, sia per coloro che guidano veicoli dedicati al trasporto merci. Tuttavia, gli autotrasportatori non dovrebbero essere interessati da questa variazione, in quanto il loro regime fiscale consente loro di accedere a delle agevolazioni economiche che permette di pagare meno il costo dei carburanti. Ad oggi, quindi, non si intravedono altre soluzioni per i cittadini e sembra dunque che l’unica soluzione sia quella di prendere il mezzo di trasporto il meno possibile.

Impostazioni privacy