Il neonato sta molto male: la madre lo lascia morire per poter vendere i vestitini online

Una storia scioccante ma purtroppo vera. Una mamma ha lasciato morire il figlio e poi ha venduto i vestitini del bambino online.

Il piccolo – un bimbo di 1 anno – era agonizzante nella sua culla. La madre invece di portarlo al Pronto soccorso o chiamare un medico, è uscita a fare compere e ha chiamato gli amici.

Lascia morire figlio vende vestiti online
La mamma del bambino(foto web) Topday

Al suo rientro ha trovato il bambino morto. Solo a quel punto ha chiamato i soccorsi ma ormai non c’era più nulla da fare. Il bimbo è morto a causa di una frattura alla testa. La madre ha raccontato agli agenti che se la era procurata cadendo ma anche questo sarà da verificare in quanto, successivamente, è emerso che la donna consumava regolarmente droga in presenza del figlio. Non si esclude, pertanto, che la frattura possa averglielo causata lei. Purtroppo l’autopsia non è riuscita a fare emergere le vere cause della morte del bambino. La madre ha comunque ammesso le sue responsabilità e ora si trova in carcere.

Vende sui social i vestiti del figlio morto

Lascia morire figlio vende vestiti online
Stacey Davis (foto web) Topday

I fatti sono avvenuti nel 2018 nel Regno Unito. Protagonista di questa drammatica vicenda la 35 enne britannica Stacey Davis condannata soltanto ora, a distanza di ben 4 anni, per il reato di crudeltà sui minori.  La donna dopo aver lasciato morire il figlio di un anno, il piccolo Etan, si è anche messa a  vendere sui social i vestitini e gli oggetti che appartenevano al piccolo senza farsi il minimo scrupolo. Da quanto appurato Stacey ha venduto su Facebook un salvadanaio “Little Man’s Savings” per  5 sterline e ha anche dato via uno scatolone di vestiti per bambini di età compresa tra 3 e 6 mesi. Stacey ha inoltre ammesso di aver lasciato il figlio solo in casa agonizzante per almeno due ore. Ma non solo: quand i soccorsi sono arriati il bambino era in una stanza  con tutte le finestre chiuse e nessun ventilatore acceso mentre le temperature salivano vertiginosamente. Etan fu portato d’urgenza al Royal United Hospital di Bath il 27 giugno 2018, ma fu dichiarato morto poco tempo dopo. Il padre del piccolo, dopo la condanna della ex compagna, ha dichiarato: “Oggi sono finalmente finiti questi quattro lunghi anni e mezzo, Stacey Davis è andata in prigione per due anni per crudeltà e abbandono di mio figlio Ethan. Io e la mia famiglia siamo estremamente emozionati e felici che abbia ottenuto ciò che si meritava”.

Fonte: Fanpage

Impostazioni privacy