Laura Boldrini rilancia la proposta di Ilaria Cucchi: “Bisogna introdurre codici per identificare gli agenti di Polizia”

L’ex Presidente della Camera,  la Dem Laura Boldrini, ha presentato una proposta di legge per meglio identificare le Forze dell’Ordine.

La proposta di introdurre dei codici alfanumerici sui caschi e sulle uniformi degli agenti di Polizia non è nuova. Già Ilaria Cucchi – sorella di Stefano- aveva chiesto che i poliziotti venissero “bollati” con dei codici per essere meglio identificati durante le loro operazioni.

Laura boldrini codici alfanumerici
Laura Boldrini ( Ansa/ Angelo Carconi) Topday

La proposta è stata ora rilanciata dalla deputata del Partito Democratico che, supportata da Ilaria Cucchi – attualmente senatrice di Sinistra italiana – ha presentato una proposta di legge per identificare gli agenti. Lo ha annunciato la stessa Laura Boldrini sul suo profilo Twitter: “Ho presentato la proposta di legge che introduce come in altri Paesi codici alfanumerici sul casco e sulle uniformi delle Forze di polizia impegnate in attività di ordine pubblico. È il momento di colmare una lacuna presente nel nostro ordinamento. A importanti compiti, eguali responsabilità“. La Dem, pertanto, propone questa importante modifica come una lacuna, un vuoto da colmare: un passo che l’Italia – a suo dire – deve compiere al più presto per allinearsi con altri Paesi nei quali questi codici alfanumerici sono già stati introdotti da tempo. Lo scopo? Prevenire e ostacolare eventuali abusi da parte di forze di Polizia. Nonostante siano gli agenti che, molto spesso, vengono pestati e rischiano la vita per tutelare quella della cittadinanza.

Laura Boldrini e Ilaria Cucchi unite

Laura Boldrini
Laura Boldrini (Ansa/Nicola Antimani) Topday

La stessa proposta era già stata avanzata una decina di giorni fa da Ilaria Cucchi. Cucchi per dieci anni, dopo la morte del fratello Stefano, brutalmente pestato durante un interrogatorio, ha dato battaglia alle Forze dell’ordine, ai responsabili della morte del fratello. La donna ha anche scritto un libro in cui racconta le traversie e le ingiustizie subite da lei e dalla sua famiglia in questi lunghi dieci anni. Di recente Ilaria Cucchi e i genitori hanno ottenuto giustizia con la condanna dei responsabili della morte di Stefano. Alla famiglia è stato riconosciuto anche un ingente rimborso. Alle ultime elezioni Ilaria Cucchi si è candidata con Sinistra Italiana. La donna, una decina di giorni fa, aveva così spiegato la sua proposta di introdurre i codici identificativi per le forze di Polizia: “Per me è molto bello, importante, estremamente significativo iniziare questa avventura proprio da qui, dai diritti. Prevede i codici identificativi sulle divise degli agenti oltre alle bodycam, che sono già esistenti ma vengono utilizzate in maniera arbitraria”.

Fonte: Tempo, Secolo XIX

Impostazioni privacy