Carta acquisti: arrivano gli €80 di novembre, le date e i possibili aumenti del 2023, tanti soldi

Per gli italiani andare avanti diventa sempre più difficile e una misura di sostegno è quella della carta acquisti.

La carta acquisti è una card gialla che viene ricaricata di €80 ogni due mesi. Con la carta acquisti non si possono sostenere tutte le spese ma soltanto le spese alimentari quelle dei farmaci e il pagamento delle bollette.

ANSA

La carta acquisti rappresenta una carta gialla erogata da poste italiane e ricaricata ogni due mesi dall’INPS.

Le novità sulla carta acquisti: pagamenti novembre e aumenti

Per avere la carta acquisti bisogna avere figli entro i 3 anni e bisogna avere un ISEE entro i 7.120,39€.

Pixabay

Ma la carta acquisti può essere ricevuta anche dagli anziani che abbiano un ISEE basso. Il pagamento della carta acquisti di novembre dovrebbe avvenire proprio entro i primi 15 giorni del mese. Per verificare il saldo della social card si può andare sul sito delle poste. Essendo che gli €80 vengono ricaricati ogni due mesi questi €80 andranno a coprire sia novembre che dicembre. Ma dall’anno prossimo la carta acquisti potrebbe forse anche essere aumentata. Infatti alcuni sostengono che gli €80 erogati dalla carta acquisti siano veramente troppo pochi in funzione alla fortissima inflazione.

Come verificare date

Infatti alcuni osservatori della politica stanno sottolineando che, come l’assegno unico universale ha ricevuto un incremento del 50% proprio dal governo Meloni così potrebbe accadere anche la carta acquisti. Infatti per l’assegno unico era previsto inizialmente un aumento dell’8%. Questo aumento dell’8% del 2023 era stato disposto proprio dal governo Draghi. Ma poi è stato proprio il governo Meloni che ha stabilito invece un aumento del 50%. Secondo molti un aumento sarà possibile anche sulla carta acquisti ma sempre a partire dal 2023.

Aumenti dal 2023: quanto può aumentare questa misura di sostegno

Quindi a partire dal 2023 la carta acquisti potrebbe essere potenziata ma ancora non ci sono garanzie su questo punto. Il fatto è che la carta acquisti al momento è vero che una cifra veramente troppo bassa e quindi già da tempo si sono polemiche sul fatto che €80 siano veramente troppo poche, ma con l’inflazione purtroppo questa cifra risulta ancora più bassa. Ma ragionamenti simili si fanno anche sui buoni spesa dei comuni. E’ opinione diffusa che vadano potenziati a causa dell’inflazione ma il problema sono le coperture. Dunque il nuovo governo si deve confrontare con queste misure sociali che non sembrano bastare mai.