Tumore alla vescica: silenzioso ma pericoloso, i sintomi da non sottovalutare

Scopriamo insieme i principali sintomi riconducibili al tumore alla vescica, parliamo infatti di un cancro difficile da diagnosticare.

Il tumore alla vescica non viene trattato di frequente quando si parla di patologie cancerogene; ciò nonostante, facciamo riferimento in ogni caso ad un tumore tanto pericoloso quanto quelli che attaccano gli altri organi. La difficoltà in questo caso risiede nella diagnosi: un tumore alla vescica spesso non viene considerato, in quanto i sintomi vengono associati ad altre patologie simili e meno gravi. Per questo motivo, abbiamo deciso di elencare i segnali più comuni della malattia. Parliamo infatti di una patologia che colpisce più di 430.000 persone l’anno.

Tumore alla vescica (Infotumori)
Tumore alla vescica (Infotumori)

Nel prossimo paragrafo vi esporremo i sintomi più comuni, per poi analizzare insieme le possibili conseguenze di una progressione della malattia. Vi ricordiamo di ascoltare sempre il vostro corpo: il malessere fisico nasce da un danneggiamento degli apparati interni, pertanto – di fronte a sintomi ripetuti – è opportuno chiedere consiglio al proprio medico di base. Approfondiamo insieme l’argomento nel prossimo paragrafo.

Tumore alla vescica, i sintomi più evidenti della malattia

In una prima fase, è possibile individuare un possibile malessere attraverso alcuni sintomi specifici: facciamo riferimento ad esempio a disturbi nella minzione – che si possono tradurre in uno scarso oppure eccessivo bisogno di urinare; presenza di sangue nelle urine – il quale rappresenta uno dei primi segnali di danneggiamento dell’apparato; ed infine bruciore durante la minzione. Nel momento in cui ci troviamo di fronte ad una presenza costante e ripetuta dei sintomi citati, è opportuno rivolgersi al proprio medico per condurre esami e verifiche. Cosa potrebbe succedere di fronte ad una mancata terapia immediata? Scopriamolo insieme.

Costituzione della vescica (Medicina Online)
Costituzione della vescica (Medicina Online)

Nel momento in cui la malattia si diffonde e cresce all’interno dell’apparato, assisteremo anche ad un aggravarsi dei sintomi. Pertanto potremmo incorrere ai seguenti rischi: totale incapacità di urinare, lombalgia, dolore alle ossa – in particolare ai piedi; spossatezza e stanchezza costante; ma anche perdita repentina di appetito e conseguentemente di peso. Di fronte a tali sintomi è necessario chiedere ulteriori chiarimenti ad un medico oppure ad un oncologo. Specifichiamo che devono presentarsi tutti insieme, in quanto un solo sintomo può derivare da patologie meno gravi.